Glossario

GLOSSARIO

Dieci Comandamenti dell’Hutu: Pubblicato nel dicembre 1990 dal giornale estremista Kangura, è una specie di manifesto dell’ideologia genocida. Si invitano gli Hutu a non intrattenere alcuna relazione con i concittadini tutsi, a non sposare donne tutsi, né ad assumerle come lavoranti. Questa sorta di catechismo della fede antitutsi divenne molto popolare nei tre anni e mezzo precedenti l’inizio del genocidio.

 

FPR: Fronte Patriottico Ruandese. D’obbedienza tutsi, formatosi a partire dal 1988 nelle foreste dell’ Uganda, cominciò ad agire militarmente nel 1990.I suoi componenti venivano anche chiamati Incotanyi, che significa invincibile. Il primo giorno del genocidio sferrò una massiccia  offensiva riuscendo a prendere definitivamente possesso del paese il 4 luglio 1994, agli ordini di Paul Kagame, divenuto in seguito presidente della repubblica. Da quel momento l’FPR si è trasformato nell’esercito regolare ruandese.

 

Gaçaça: Tribunali tradizionali che amministravano la giustizia sotto l’albero delle discussioni.Nell’emergenza del dopo-genocidio lo stato li ha riattivati per accelerare i processi delle persone sospettate di aver partecipato ai massacri. Il principio di questi tribunali consiste nel far comparire gli accusati davanti ad assemblee di persone del vicinato e che rilasciano testimonianze o giudicano imputati sotto la guida di dirigenti più o meno professionali.

 

Gutema; verbo che si traduce con “tagliare”, ma che durante il genocidio assunse il significato di “uccidere”.

 

Imana: Divinità ruandese

 

Interahamwe: “coloro che attaccano insieme”. Nome delle milizie estremiste hutu create dal clan di Habyarimana: erano addestrate dall’esercito ruandese; ma talvolta anche da soldati francesi.Una parte fu decimata durante l’offensiva delle truppe dell’FPR in Congo; un’altra è rientrata in Rwanda insieme al grosso dei rifugiati e si è arresa al nuovo governo.Una parte consistente ha preferito sparpagliarsi in Congo, dove vive in bande di predoni o di mercenari, spesso facendo incursioni e terrorizzando le zone di confine.

 

Inyenzi: Nome dispregiativo dato ai ribelli dell’FPR e in genere ai Tutsi.

 

Karinga: Tamburo dinastico per eccellenza.

 

Minuar: Missione delle Nazioni Unite per l’Assistenza al Rwanda. E’ stata inviata nel 1993 per sovrintendere agli accordi di cessate il fuoco tra governo ed FPR. Il numero dei suoi effettivi, 2500 uomini in un primo tempo al comando del generale Roméo Dallaire, è ridotto a 450 uomini il 14 aprile 1994, una settimana dopo l’inizio delle carneficine. Il suo intervento consisterà nel proteggere ed evacuare gli stranieri e i propri effettivi.

 

Mwami: Re tutsi

 

Turquoise: operazione militare francese finalizzata a proteggere l’esodo degli Hutu.

 

Twa: I Pigmei, o popolo della foresta, terza etnia presente in Ruanda, stimabile intorno al 1% della popolazione. Abitanti originari del Ruanda, nel corso dei secolo sono stati considerati  sia dai Tutsi che dagli Hutu una razza di aborigeni arretrati.

Aggiungi un commento giugno 6th, 2009


Calendario

luglio: 2017
L M M G V S D
« mag    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Posts del mese

Posts su Categorie