Cosa sta accadendo nel Kivu? Appello contro la guerra messo in atto dall’ONU nel Kivu

luglio 24th, 2013

Le forze delle Nazioni Unite associati ai genocidari!

Di Luigi Elongui, Jean-Luc Galabert, Bruno goûteux, El Memeyi Murangwa, Michel Sitbon tradotto da Françoise Kankindi

24.07.2013

Il testo che segue è un appello. Contro una implementazione politica criminale davanti ai nostri occhi e sotto l’apparenza di buoni propositi e una spessa coltre di disinformazione.

Nel 1994, gli autori del genocidio dei Tutsi in Ruanda sono fuggiti massicciamente nel Kivu – nel confine orientale del Congo. Così, per quasi vent’anni, sotto il nome di FDLR, l’esercito genocidario ruandese e le milizie Interahamwe che li accompagna seminano il terrore in tutta la regione, massacrando le popolazioni, stuprando e saccheggiando, spingendo l’orrore fino ad aggiungere agli stupri la mutilazioni sistematica dei genitali ai fini della sterilizzazione delle donne – nell’ottica genocidaria conforma ai loro programmi.

La loro integrazione nelle forze armate della RDC (FARDC) spiega in parte il fatto che è all’interno dell’esercito governativo che si individua le principali battaglioni di stupratori. [1] Parallelamente, si ricorre sistematicamente “all’accusa nello specchio” tecnica di disinformazione elementare ritrasmesso dalle reti franco-africani per oscuri interessi geopolitici, come la propaganda del governo di Joseph Kabila, susseguito a quello di defunto suo padre. E questo ciò che avrebbe permesso di assegnare la responsabilità di questa guerra fatto contro le donne all’insieme dei gruppi armati de la regione – in particolare al movimento politico-militare dell’opposizione chiamato M23 (Movimento del 23 Marzo).

L’enormità dello scandalo degli ultimi venti anni di violenza che lacerano il Congo orientale ha avrebbe finito per commuovere,e, nello scorso dicembre una petizione internazionale [2] firmato tra gli altri sia dall’ex Presidente Francese, Jacques Chirac, che dalla compagna dell’attuale presidente, Valerie Trierwieler, facendo l’appello che l’Onu intervenga in modo più efficace per aiutare quelle donne martirizzate- indicando come principale responsabile non i FDLR o FARDC, ma il M23 che combatte contro di loro.

E’ così che, all’inizio di luglio 2013, è stata costituita una Brigata d’intervento offensivo de la MONUSCO (Missione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione della Repubblica democratica del Congo), che per la prima volta, in virtù de la risoluzione 2098, adottata dal Consiglio di Sicurezza lo scorso marzo, autorizza le forze “di mantenimento della pace” dell’ONU … a fare la guerra.

Metà luglio, le operazioni militari hanno iniziato tra le parti in campo, le forze armate della Repubblica democratica del Congo (FARDC) avendo messo in atto combattimenti contro il M23, con il rinforzo delle forze genocidarie ruandese e il supporto tattico della Brigata offensiva de la MONUSCO.

Un rapporto delle Nazioni Unite [3] essendo stato recentemente oggetto di una fuga di notizie, conferma che FARDC collabora strettamente con i FDLR genocidari.

Continua a leggere  Cosa sta accadendo nel Kivu

Entry Filed under: News

1 Comment Add your own

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Calendario

ottobre: 2016
L M M G V S D
« apr    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Posts più recenti