BOLLETTINO DEL GENOCIDIO

aprile 21st, 2009

Terza settimana: 21 aprile 1994 – 27 aprile 1994

21 aprile: Massacro di Murambi. Fin dal 16 aprile la popolazione Tutsi della regione di Gikongoro nel sud-ovest del paese si era radunata nella parrocchia dell’omonimo capoluogo. Le autorità locali avevano tenuto un incontro con tutti i sindaci e i consiglieri della zona, raccomandando la gente terrorizzata di rifugiarsi nella scuola di Murambi nel sud della regione, non lontano dal confine burundese. La gente cominciò ad arrivare a Murambi già quello stesso giorno e per tranquillizzarla, furono messi quattro gendarmi a guardia della scuola. L’indomani però i gendarmi erano spariti. Il 18 aprile cominciarono i primi attacchi: fucili da parte degli assalitori contro sassi e pietre degli assediati che riuscirono a resistere e a respingere gli attacchi. Poi la notte del 21 aprile arrivarono camion pieni di milizia e soldati. Circondarono l’area e cominciarono a sparare con armi automatiche e granate. Quelli che cercavano di scappare vennero colpiti e abbattuti. Alla fine le vittime furono 50.000, uno dei più grandi tributi di sangue dell’intero genocidio.
Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU vota all’unanimità la risoluzione n. 912 per il ritiro della maggior parte delle truppe dell’UNAMIR, riducendo le unità da 2.500 a 270.
La Croce Rossa internazionale stima che decine di migliaia di persone, forse centinaia di migliaia di Ruandesi sono stati uccisi. Il FPR conquista Byumba.

21-25 aprile: Massacro all’hotel Ibis e all’ospedale di Butare.

22 aprile: La Croce Rossa Internazionale invia un secondo convoglio a Kigali dal Burundi.

24 aprile: Maurice Herson, ufficiale per le emergenze di Oxfam, avverte il quartier generale della sua organizzazione che in Ruanda è in atto un genocidio contro i Tutsi.
Medici Senza Frontiere ritira il suo team medico da Butare.

27-28 aprile:
Incontro a Gbadolite (Zaïre) tra Mobutu e Jacques Foccart, il quale viene accompagnato da Michel Aurillac, già ministri della Cooperazione di Chirac (1986-1988), e dall’Avvocato Robert Bourgi. Presenza di Herman Cohen, ex sotto-segretario di Stato per gli affari africani durante la presidenza Bush senior (francofono e sposato con una cittadina francese nonché amico di Jacques Foccart. Herman Cohen, è un attivo sostenitore del presidente Mobutu a Washington).

Entry Filed under: Bollettino della settimana

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Calendario

gennaio: 2022
L M M G V S D
« apr    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Posts più recenti