UBUNTU

«In Africa esiste un concetto noto come Ubuntu, il senso profondo dell’essere umani solo attraverso l’umanità degli altri; se concluderemo qualcosa al mondo sarà grazie al lavoro e alla realizzazione degli altri,»
(Nelson Mandela, novembre 2008[1])

Nella lingua Rwandese, la parola Ubuntu è ampiamente usata con la stessa accezione, umuntu vuol dire essere umano e ubuntu vuol dire umanità.

In quanto benerwanda, cioè figli del Rwanda, sentiamo nel più profondo di noi stessi la necessità, nel nostro piccolo, di essere utile alla nostra gente, così ho sottoposto alla mia carissima amica Anna Zambon il progetto di mio fratello Gashugi Mathieu Cesar di sostegno e recupero dei bambini colpiti dalla manutrizione.